Pulci e zecche nei cani e gatti

Pulci e zecche nei cani e gatti

Pulci e zecche non sono più un problema solo estivo. Infatti con le stagioni sempre più calde e umide le infestazioni sugli animali di questi parassiti sono aumentate in modo esponenziale. Una volta che i parassiti sono entrati in casa, eliminarli definitivamente diventa difficile. E non sono da sottovalutare in quanto causano malattie spesso gravi negli animali. Esistono in commercio antiparassitari che possono essere usati sia sull’animale che nell’ambiente domestico, il cui uso è sicuro anche in presenza di cuccioli e bambini. Per risolvere il problema, bisogna conoscere il nemico.

Pulci

La pulce è un insetto che nasce e si riproduce in ambienti umidi e si nutre del sangue dei nostri cani e dei nostri gatti, ma potrebbe attaccare anche gli esseri umani. Le pulci si muovono saltellando, così si spostano sul corpo dell’animale dove depongono le uova. Dalle uova fuoriescono le larve che inizieranno a succhiare il sangue dell’animale e continueranno a proliferare con circa 30 uova al giorno. Soprattutto nel cane, possono provocare oltre al prurito, irritazioni cutanee, tra cui la dermatite allergica,  dovuta alla saliva della pulce che si deposita sulla pelle irritandola. 

Dove si nascondono le pulci

Le pulci possono insidiarsi ovunque, sia su superfici tessili quali divani o tende, sia su quelle dure dei pavimenti. Una volta scoperta l’infestazione bisognerà procedere alla pulizia ed è consigliabile lavare in lavatrice coperte e cuscini ad almeno 60° e passare con l’aspirapolvere su pavimenti ed arredi. 

 Zecche

Anche le zecche come le pulci si nutrono del sangue degli animali. Attraversano tre stadi della vita ai quali corrispondono tre diverse dimensioni: larva, ninfa, adulto. Passano dalla dimensione di 1 mm della larva ad un massimo di 6 mm in età adulta, salvo riempirsi di sangue e crescere ulteriormente fino ad 1 cm. A differenza delle pulci, la zecca non resta in superficie, ma aggancia il corpo della preda penetrandolo con il rostro, una sorta di uncino attraverso il quale succhia il sangue. Il momento della passeggiata è quello favorevole per l’attacco di questi parassiti. Una volta rientrati in casa occorre controllare le parti più delicate e concave, quali orecchie e zone geniali. Come estirpare le zecche

Poiché penetrano all’interno della pelle è necessario capire come toglierle. Esiste in commercio un gancio togli-zecche. Bisogna estirpare il parassita per intero, senza lasciare parti all’interno del corpo e senza rompere la zecca. Esse infatti possono contenere sangue infetto, e possono quindi causare un’infezione all’animale. Bisogna procedere afferrando la zecca e tentando di svitarla in senso anti orario. Una volta conclusa l’operazione è necessario disinfettare la zona.

Rimedi anti pulci ed antizecche

Esistono vari tipi di antiparassitario che tengono a distanza pulci e zecche dai nostri amici. L’importante è somministrarli con regolarità nel periodo più critico, ovvero dalla primavera all’autunno. 

Antiparassitari ad uso topico: Spray e pipette 

antiparassitari agiscono in modo efficace ed hanno una durata di circa 4 settimane. Devono essere applicate fra le scapole del cane in modo che quest’ultimo non possa leccare la parte. Il principio attivo viene assorbito e proteggerà tutto il corpo. 

Compresse. Devono essere consigliate e prescritte dal veterinario. È un antiparassitario di ultima generazione che dovrebbe avere una copertura di tre mesi sia per gli insetti che per i parassiti. 

L’olio di Neen è un olio di origine vegetale che deriva dalla spremitura del frutto dell’albero di Neen. Si applica lungo la colonna vertebrale ed agisce sul manto. In questo modo uccide i parassiti presenti e ne scongiura riproduzione e schiusa delle uova. Importante non somministrare l’antiparassitario del cane al gatto. Il gatto è molto sensibile e gli effetti potrebbero essere molto gravi. 

Prevenzione e pulizia

È importante tenere pulito e disinfettare l’ambiente in cui permangono cani e gatti, usare prodotti specifici insetticidi per la casa che possano essere applicati anche sui tessuti. Dopo la pulizia è fondamentale areare il locale, prima di far entrare gli animali, dato che si tratta di sostanze tossiche che potrebbero provocare reazioni allergiche. 

Per gli esterni

Anche per gli spazi esterni esistono prodotti disinfettanti per zecche, pulci e insetti striscianti. 

Lascia un commento